Indagato Gianni Lettieri, sfidante del sindaco Luigi De Magistris durante le ultime elezioni comunali della città di Napoli. Il gip del Tribunale del capoluogo partenopeo ha disposto un sequestro per un valore di 350mila euro nei confronti della Atitech spa, azienda leader nella manutenzione e riparazione di aerei e veicoli spaziali.

Il presidente della società è proprio Lettieri che risulta indagato in seguito all’operazione eseguita dalla guardia di finanza. All’ex candidato sindaco sono contestati operazioni commerciali ritenute inesistenti ed effettuate durante l’anno 2011: in totale le fatture incriminate sono 41. Quest’ultime sono al centro dell’inchiesta e sono state ricevute dalla S.G. srl di Brusciano (Napoli).

Leggi anche  Centenario dell'Unione Industriali, a Napoli il presidente Mattarella e De Vincenti

Dalle indagini è emerso che la S.G. srl è un’azienda che non opera nello stesso settore dell’Atitech, società con la quale non avrebbe mai avuto nessun tipo di rapporto. Inoltre, per quanto riguarda l’anno 2011, la S.G. non ha presentato ne il bilancio, ne la dichiarazione dei redditi. Il Gip ha evidenziato come da anni l’azienda di Brusciano non avesse alcuna consistenza patrimoniale, non operando già da molto tempo. Infatti, la S.G. non disponeva di personale, beni e servizi. Infine a Lettieri è contestato anche il fatto di non aver tracciato, sempre nel 2011, le entrate e le uscite del personale della società dagli hangar della sua società, all’interno dell’aeroporto di Capodichino.

Leggi anche  Camorra a Pianura, raid punitivi in moto: ecco la strategia del clan per evitare nuovi "guai"
LEGGI COMMENTI
Articolo di Andrea Aversa
Pubblicato il , in