Ultimo aggiornamento giovedì, 21 giugno 2018 - 14:18

Meloni alle trattative per il governo, il Triangolo? Non l’avevamo considerato

Politica
31 maggio 2018 16:31 Di Dario Curcio
2'

Le trattative per la formazione del nuovo governo nazionale assumono sempre più i contorni della tragicommedia: Luigi Di Maio e Matteo Salvini somigliano sempre più a Renato Pozzetto e Paolo Villaggio in una nuova edizione della fortunata serie cinematografica de Le Comiche.

L’ultima è la partecipazione di Giorgia Meloni agli ultimi estremi tentativi di mettere insieme una maggioranza che, a questo punto, aggiungerebbe il nero fascio(n) di Fratelli d’Italia al giallo-verde (speranza che fu) grillino-leghista. Per restare sul comico, abbiamo immaginato, sulle strofe del Triangolo di Renato Zero, cosa abbia risposto il Giggino napoletano al Matteo padano quando gli ha prospettato una relazione politico-governativa a tre e non più a due.

Lei chi è?
Come mai l’hai portata con te?
Il suo ruolo mi spieghi qual è?
Non dovevamo governare da soli… Io e te.
Mentre lei – lei chi èèè –
Lei chi è – lei chi èèè –
Lei perché?
È di destra ma è certo di troppo. Mollala.
Il triangolo nooo,
non l’avevo considerato.

D’accordo ci proveròòò,
ma chi lo spiega al mio elettorato.
Garantisci per lei,
in questo inciucio un po’ incasinato.
Così io rischierei,
ma per fare il premier il triangolo io lo rifarei.
Perché nooo!
Lo rifarei.

3
Ultimo aggiornamento 16:31
LEGGI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi