Ancora un colpo di scena nel caso dell’omicidio di Fortuna Loffredo. Durante la terza sessione della Corte di Assise di Napoli, Raimondo Caputo, principale indiziato per la morte della piccola Chicca, ha ribadito un’altra la volta l’accusa nei confronti della sua ex compagna, Marianna Fabozzi.

Omicidio Fortuna Loffredo, Raimondo Caputo accusa l'ex compagna

Accusato dell’omicidio di Fortuna, Caputo si è sempre dichiarato innocente. Già durante l’incidente probatorio aveva dichiarato che ad uccidere Chicca sarebbe stata la sua ex compagna, Marianna Fabozzi, accusata, per ora, solo di concorso in abusi sessuali commessi da Caputo contro le sue figlie.

ECCO COSA FACEVA CAPUTO ALLE TRE FIGLIASTRE  

Il suo ex compagno, però, si ostina ad accusarla per l’omicidio di Fortuna Loffredo. E anche durante la terza sessione, proclamandosi innocente, ha ribadito la sua tesi: “Mi trovavo in strada e stavo mangiando una pizzetta quando Fortuna è precipitata. Ho preso l’ascensore e sono salito al settimo piano: a casa c’erano Marianna e la figlia, e Marianna aveva tra le mani la bicicletta di Fortuna“. Mercoledì 18 gennaio si terrà una nuova sessione del processo, in cui saranno ascoltati diversi testimoni.

LEGGI COMMENTI
Articolo di Sveva Scalvenzi
Pubblicato il , in