L’ex presidente iraniano Akbar Hashem Rafsanjani, 82 anni, è morto a Teheran. Lo rende noto l’agenzia ufficiale Irna. Poco prima, l’Irna aveva riferito che Rafsanjani era stato ricoverato oggi in un ospedale statale di Teheran, a causa di un infarto.

Nato il 25 agosto del 1934 a Bahreman, Rafsanjani è stato presidente dell’Iran dal 1989 al 1997, e successivamente presidente dell’Assemblea di Esperti e presidente del Consiglio per il Discernimento dell’Iran.

È morto Rafsanjani, ex leader e presidente moderato dell'Iran

Rafsanjani è stato uno degli uomini più fedeli all’ayatollah e Guida Suprema Ruhollah Khomeini, poi la sua politica ha subito una sterzata progressista e riformista. L’ex presidente aveva compreso che solo l’apertura dell’Iran al resto del mondo avrebbe permesso lo sviluppo del paese sciita.

L’ex Persia ha però scelto nel 2005, come presidente Mahmud Ahmadinejad (leader autoritario e conservatore), che ha sconfitto proprio Rafsanjani alle elezioni. Da allora, nonostante l’ex presidente è rimasto comunque una personalità molto influente all’interno del paese, la sua aurea e influenza politica è andata in fase discendente. Tuttavia Rafsanjani è stato il promotore dei negoziati, con gli USA e la comunità internazionale, sul nucleare appoggiando la linea dell’attuale capo del parlamento Hassan Rouhani. 

LEGGI COMMENTI
Articolo di Andrea Aversa
Pubblicato il , in